Quentin Tarantino ha messo gli occhi al traguardo e non ne ha fatto un mistero. C’era una volta a Hollywood, il suo nono film, potrebbe essere davvero l’ultimo.

Tutti i suoi fan sanno bene che il regista americano ha più volte dichiarato di voler lasciare il cinema dopo il suo decimo film. Ha però smentito questa affermazione sul mensile australiano GQ. “Penso solo di aver dato tutto ciò che ho da dare ai film“, confida il regista.

Dopo C’era una volta a Hollywood, il cui debutto nelle sale americane – previsto per il 26 luglio – è ormai imminente, Tarantino potrebbe appendere la macchina da presa al chiodo chiudendo la sua carriera. “Mi vedo impegnato a scrivere libri sul cinema e a iniziare a scrivere per il teatro, in modo da mantenermi creativo” ha dichiarato Tarantino, pensando al futuro.

C’era una volta a Hollywood si preannuncia come il culmine artistico di Tarantino, un film sui film, ambientato negli anni che lo hanno definito come regista.

“Se fosse davvero ben accolto, beh, potrei non arrivare nemmeno a dieci. Forse mi fermerò proprio adesso, mentre sono ancora ai verticiVedremo dichiara Tarantino.

Brad Pitt sostiene che non è un bluff ma che Tarantino è determinato. E come dargli torto, sarebbe un ritiro dalle scene col botto che gli permetterebbe di smettere prima di un eventuale passo falso.

“Sembra una confluenza di tutti i suoi film” dice Pitt e aggiunge “Non c’è dubbio che sia una lettera d’amore alla narrazione, è una lettera d’amore a Los Angeles, ma è anche una lettera d’amore per la nostra infanzia. Siamo stati svezzati negli stessi show televisivi, gli stessi film, la stessa scatola di maccheroni e formaggio Kraft “.

Il film segna un’altra pietra miliare interessante: è la prima volta che Pitt e DiCaprio condividono uno schermo. Entrambi sono apparsi nella serie TV degli anni ’80 Growing Pains , Pitt come guest star e DiCaprio come regular, anche se mai negli stessi episodi.

Il resto del cast è ugualmente impressionante. Oltre a Margot Robbie che interpreta la grande Sharon Tate, ci sono Dakota Fanning, Kurt Russell, Bruce Dern, Rumer Willis, Austin Butler e Lena Dunham.

Tarantino, che lasci o meno il cinema, come potrebbe suggerire anche la trama di C’era una volta a Hollywood, rimane per ora un’incertezza. La cosa certa è che non farà più un film così, con star del cinema di questo calibro e trattando un tema a lui tanto caro. Non ci resta che armarci di pazienza e attendere l’uscita nelle sale italiane prevista per il 19 settembre.